Dislessia: un approccio digitale integrato.


Lo staff di Puntografologia è stato invitato alla presentazione dell’innovativo progetto digitale integrato per la Dislessia promosso dalla Fondazione Telecom Italia, Ministero della Salute e Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca. (Roma, 4 febbraio 2016)

I dati raccolti, dopo una ricerca svolta nel 2015, riportano che la dislessia è un disagio che coinvolge, in Italia, circa 2.000.000 di persone di cui 350.000 studenti, pari al 4,5% della popolazione scolastica, non ancora tutti diagnosticati.

Scopo del progetto è quello di utilizzare le nuove tecnologie per lo screening della dislessia, per promuovere temi digitali di sostegno e supporto alle famiglie, a studenti, docenti e pediatri attraverso un portale unico per orientarli nelle scelte in modo consapevole.

Il progetto si realizzerà nei prossimi diciotto mesi attraverso tre iniziative che affrontano il tema in modo sistematico e sviluppate da Fondazione Telecom Italia in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’Associazione Italiana Dislessia (AID), portatori di competenze specifiche nei rispettivi ambiti di attività.
In particolare, attraverso il portale e un’apposita App, sviluppata dall’Istituto Superiore di Sanità in collaborazione con l’Istituto di Scienze Applicate & Sistemi Intelligenti del CNR, le famiglie potranno effettuare uno screening ultra-precoce dei disturbi della comunicazione e sarà possibile, attraverso l’acquisizione di dati puntuali, individuare, secondo protocolli standard, i casi di bambini a rischio.

Per i bambini in età scolare, ragazzi e adulti sarà possibile, sempre accedendo alla medesima piattaforma, effettuare una valutazione a distanza elaborata dal suddetto Ospedale. A tale valutazione potrà far seguito un eventuale percorso di recupero on line per le difficoltà di lettura ed una sessione finale con verifica dell’apprendimento.


Categorie correlate