Bambini in movimento: postura e movimento


Bambini in movimento: dalla postura al gioco attraverso la coordinazione

Lateralizzazione: Si intende sia il processo attraverso cui si sviluppa la lateralità, sia la capacità di individuare la destra e la sinistra sul corpo dell’altro e di proiettare questi rapporti rispetto agli oggetti e allo spazio in generale. Questa presa di coscienza è raggiunta attraverso il vissuto corporeo ed è strettamente legata alla maturazione del sistema nervoso che permette una differenziazione funzionale dei due emisferi cerebrali uno dei quali diviene dominante (si intende la prevalenza dell’emisfero sinistro, del cervello, su quello destro nel destrimane e viceversa nel mancino). 

Dominanza:  È un processo che progressivamente riguarda tutto un emicorpo, dalla dominanza della mano si passa a quella dell’arto superiore per poi passare all’emitronco corrispondente ed in fine all’arto inferiore. Si giunge quindi alla lateralità intesa come uso abituale di un occhio, una mano, un piede posti sullo stesso lato del corpo. La direzionalità è riferita allo spazio esterno spazio topografico (destra e sinistra), mentre la lateralità è riferita alla spazio interno (destra e sinistra). (Hunter)

Lateralità: È la capacità di individuazione della destra e della sinistra • sugli oggetti • sul corpo di un altro soggetto • nello spazio in generale [concetto di direzionalità]

Distorsione del processo di lateralizzazione
Problemi di disgrafia e dislessia
• Problemi percettivi visuo-spaziali che si riflettono in episodi di numeri, lettere invertite, parole lette a rovescio
• Problemi a rapportarsi con i soggetti
• Problemi a seguire e dare istruzioni direzionali e di orientamento 

Scaria l'allegato della Dott.ssa Cristina Tonelli - Lateralità e Dominanza - 


 


Categorie correlate