Roberto Bolle

Autore: G. Giacovelli. e M. Bolzani (AGI Piemonte - Sez. Torino)

Roberto Bolle dal Calendario Grafologico 2014: Giovani - Passione Volontà Coraggio

Ballerino del Teatro alla Scala di Milano, Roberto Bolle ha danzato sui palchi più prestigiosi del mondo.
Per il fisico scultoreo e il volto dai lineamenti estremamente delicati. incarna l'aspetto "ideale" della bellezza classica ed è riconosciuto da tempo come "il principe della danza".

Dall'autografo dell'artista si evince: vivacità, estrosità, originalità intellettiva, qualità che si riflettono anche nel suo modo di interagire con l'ambiente esterno.
Privilegia la spontaneità sia negli aspetti intellettivi che temperamentali. risulta pronto e vivace nel raccogliere le sollecitazioni esterne, passando con disinvoltura da uno stimolo di cui ha colto gli aspetti essenziali al successivo (ritmo spigliato, Attaccata, Calibro medio).

Dotato di controllo, riesce a valutare le situazioni con obiettività, risultando tenace, volitivo e concreto nell'azione. La vitalità e la carica presenti nell'artista gli consentono di recuperare prontamente l'attenzione e la motivazione per ogni situazione che deve intraprendere.

Sa comprendere e vagliare le opportunità senza risultare avventato nelle scelte e negli orientamenti. Risulta autonomo, responsabile, capace di prendere iniziative e di portare a termine ciò che ha intrapreso. (lntozzata I. Angoli C. Ponderata).

Sa rapportarsi agli altri in modo "empatico", senza ferire l'altrui suscettibilità, facendo leva sull'equilibrio (Sinuosa, Triplice larghezza). Riesce ad armonizzare il dinamismo e l'intraprendenza con la linearità e la continuità nei programmi intrapresi. Attento e propositivo, si esprime con argomentazioni appropriate, pertinenti. ed essenziali.

Ama e ricerca il contatto con gli altri, è sensibile ed attento alle situazioni sociali, ha una buona creatività e spirito di iniziativa (Disuguale metodico, Scattante, Angoli C, Pendente). Ha un buon livello aspirazionale (Ascendente), è ambizioso, si proietta verso il successo, difendendo con prudenza e dignità i propri interessi e le proprie istanze.

Le buone capacità recettive e l'equilibrio della "funzione sentimento", sono canalizzate dall'artista per realizzare in modo autentico la sua "passione per la danza" e per seguire i suoi ideali.

L'armonico connubio tra il gesto grafico (ritmo vivace, scattante, disuguale) e i passi di danza manifesta una perfetta identificazione tra espressione artistica ed espressione grafica.
 

File allegati

Categorie correlate