Elementi di grafologia clinica

Autore: Sergio Deragna

Elementi di grafologia clinica Modificazioni della scrittura di interesse peritale

Questo volume affronta l'argomento delle modificazioni della scrittura di interesse a livello peritale. L'autore è il prof. Sergio Deragna, responsabile didattico e docente Master in Consulenza Grafologica peritale giudiziaria e dell'età evolutiva LUMSA Facoltà di Scienze della Formazione. Il consulente grafologo, soprattutto se impegnato in ambito peritale, troverà utilissimo e ricco di spunti questo libro del Prof. Deragna. Il testo, tratto dalle lezioni di Clinica e Grafologia al Master in Consulenza Grafologica alla LUMSA, affronta alcune problematiche di clinica e modificazioni della scrittura di frequente riscontro nelle indagini peritali. Il Deragna è medico, ricercatore all’Università di Roma “La Sapienza”, svolge pertanto i vari argomenti con competenza, professionalità e con spirito di ricerca scientifica. Molti argomenti, infatti, sono il prodotto di ricerche congiunte con Istituti universitari o Dipartimenti di ricerca neuropsicologica. Il libro fa seguito all’altro fondamentale volume: Grafologia e Neuroscienze ( CE.DI.S) e si inserisce nel filone di ricerca seguito da anni dal Deragna sui rapporti fra analisi della scrittura e conoscenze cliniche e scientifiche più attuali. Il testo inoltre colma una lacuna nella bibliografia delle perizie. Nella recente pubblicazione del testo di Alain Buquet, tradotto dal francese da Emanuela Boille e Elena Bracci, a pag.106 si legge “…..se ormai i medici non se ne interessano altro che marginalmente, i Periti dei Tribunali si sono assunti l’incarico di sviluppare questa disciplina (la grafodiagnosi). C’è da chiedersi con quali competenze? Particolarmente rilevante il capitolo dedicato alle modificazioni della scrittura nell’invecchiamento; modificazioni in realtà inesistenti se non in presenza di una qualche patologia concomitante, come dimostrato nel volume da numerosi esempi e argomentazioni scientifiche. Nel libro, oltre a un capitolo sulla cartellaclinica come strumento utile nelle prove di comparazione e sui test psicodiagnostici necessari nel bagaglio culturale del consulente grafologo, sono trattati in modo esaustivo i rapporti fra comportamento grafico e processi di invecchiamento, la Malattia di Alzheimer, la Sindrome dell’affaticamentoe dell’apatia, l’assunzione di droghe leggere e la Sindrome di Gilles De LaTourette. Dott.ssa Simonetta Scerni
Presidente ACG  


Categorie correlate