Strutturalismo e grafologia: appunti per un confronto

Autore: Roberta Bisi

Presentato da: Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti

Strutturalismo e grafologia: appunti per un confronto Introduzione
Grafologia e strutturalismo, a livello metodologico, possono essere oggetto di uno studio parallelo o comparato? Questa mi è apparsa subito un'indagine interessante, anche se la ricerca si è rivelata via via più complessa. Non esistono, infatti, ancoraggi sicuri nell'ambito di questa tematica perché i contributi dello strutturalismo alle scienze umane e sociali non sono mai specificatamente rivolti all'indagine grafologica anche se questa disciplina, come modalità espressiva e comportamentale, si rivolge allo studio dell'uomo nel suo contesto sociale.
Pertanto, nello svolgimento di questo lavoro, dopo un'iniziale e accurata analisi dei principali contributi forniti dallo strutturalismo alle scienze umane e sociali, si è considerato un settore specifico della grafologia e precisamente la grafologia dell'età evolutiva - al fine di valutare se esistono, e in caso affermativo quali siano, i principali contributi che lo struttura-lismo può ad essa fornire. In seguito, si sono analizzati gli apporti dei principali capiscuola della grafologia - in particolare quelli forniti da Crépieux-Jamin, Klages, Moretti - allo scopo di verificare se in questi Autori possano emergere elementi definibili come "anticipatori" dello strutturalismo.
Infine, dopo aver considerato le strutture di personalità nelle diverse componenti, con partico-lare riferimento alla capacità intellettiva, allo sviluppo affettivo e alla socializzazione, si è cercato di valutare se nei contributi allo studio della personalità, riconducibili ai tre aspetti sopra indicati, svolti dagli allievi e dai seguaci del Moretti sia possibile rintracciare una qualche concordanza con il metodo strutturalista.

Per ricevere l'email degli aggiornamenti dei contenuti dell'autore.