La tecnica del Rebirthing e la scrittura.

Autore: Luca Bosio

Presentato da: Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti

La tecnica del Rebirthing e la scrittura. Introduzione.
Il rebirthing nasce negli Stati Uniti, ma si porta appresso un vago sapore orientale.
Il suo obiettivo è quanto mai ambizioso: la rinascita.
Ne sento parlare per la prima volta nel 1984 dal rebirther italiano F.Falzoni che organizza il corso a Milano con l'intento di introdurre e far conoscere questa particolare tecnica respiratoria, studiata per ridare ad ognuno la possibilità di entrare in contatto con la propria intimità, con la propria storia personale attraverso questo atto quotidiano apparentemente solo istintivo: respirare.
Partecipando alla conferenza introduttiva, provo un certo interesse per le potenzialità del respiro, connesso, cioè senza interruzioni, senza alcuna pausa tra l'inspirazione e l'aspirazione; sono particolarmente incuriosito alla possibilità che con la pratica del rebirthing le tensioni interiori si dissolvano e che possano avvenire positive trasformazioni della personalità, con un certo incremento della sicurezza di base nelle diverse attività concrete della vita (lavoro, relazioni affettive).
Quindi qualche anno dopo decido di iscrivermi e di frequentare il corso organizzato dalla rebirther M.Screm. Con l'esperienza rimango convinto che si tratti di un metodo per tanti aspetti efficace.
I partecipanti tendono forse troppo frettolosamente e riscontrarne i risultati: padroneggiare meglio la mente e il corpo, superare ansia e depressione, controllare gli attacchi di panico, risolvere i conflitti legati al momento della nascita e persino vincere la dipendenza dall'alcool, droga, tabacco o altre sostanze. Possibile? Mi domando sorpreso; a dar retta ai positivi giudizi che esprimono coloro che lo sperimentano, sarei tentato di credere.
Sul momento posso constatare soltanto che la respirazione insieme al battito cardiaco é la manifestazione vitale che riflette immediatamente il nostro stato emotivo: si accelera se siamo eccitati o affannati, si blocca se abbiamo paura o se ci troviamo in una situazione di stress; oppure si mantiene calma e impercettibile quando viviamo in un momento di profonda tranquillità.
Tuttavia mi domando come sia possibile verificare con metodo obiettivo e scientifico i risultati ottenuti dall'esperienza del rebirthing.
Analizzare i cambiamenti di personalità mi sembra un lavoro arduo e difficile; si potrebbe ridurre il campo alla semiologia dell'ansia e rilevarne eventuali modifiche. [...]

[Vedi allegato]

Per ricevere l'email degli aggiornamenti dei contenuti dell'autore.