Fenomenologie grafiche nei tremori da alcolismo

Autore: Laura Capisani

Presentato da: Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti

Fenomenologie grafiche nei tremori da alcolismo  IL PERCHE' DI UNA RICERCA 

"La maggior parte delle malattie esercita sul notro organismo un'azione deprimentee, salvo qualche eccezione, le affezioni stesse, che si caratterizzano con un'esagerazione dell'eccitazione nervosa, apportano alla grafia... il disordine di una eccitazione anormale" (* ). 

E ancora:
"Lo stato complesso, caratterizzato da un certo disturbo delle facoltà o un difetto dell'energia Fisico e morale che se designo con il nome di opoplettico, tonto che sia causato da disturbi della circolazione come do un'intossicazione per l'alcool o il tabacco, è di quelli che la scrittura ci rivela più efficacemente" (*).
(*) Crepiex,-Jamin J., Il carattere dalla scrittura, Itr. it., Urbino, Quattoventiti, 1985, pag.I66. 
(*) op.cit., pag.I67.

L'evidenza di tali affermazioni, riconosciute anche in campo medico, può essere trasferita e osservata in campo peritale, dove l'indagine identificatoria e attributiva non può prescindere, comunque, e dall'indagine grafologica connaturata e, allo stesso tempo, da quella fisiopsichica. Il Moretti stesso, nel suo libro "Perizie grafiche su base grofologico" sostiene che l'indagine peritale è un esame fisiodinamico che mette in luce le particolarità individuali del soggetto. Tale esame fisionomico si intende riferito ella fisionomia dinamica dei segni grafici in azione.
Cosi l'individuazione della grafodinamica personale si fa interprete della fisiodinamica dello scrittura comprese le sue patologie. Quindi la perizia o base grafologica ha si un fine attributivo, ne è anche, nello stesso tempo, perizia psicologica e fisiopsichica, nel senso che ricerca e identifica le forze psichiche in gioco sotto le quali possono emergere condizioni patologiche specifiche.
L'intento della ricerca si delinea perciò in questa direzione e si specifica ulteriormente nei segni patologici emergenti nel tremore degli alcoolisti per poterne individuare ed isolare la loro dinamica specifica ai fini dell'attribuzione, interpretondone di pari passo l'eziologia attraverso una trasversale indagine psicofisica.
Ed ecco profilarsi, o questo punto, il rapporto interdisciplinare tra medicina e grafologia. E' stato ormai ampiamente dimostrato come gli stati patologici dell'individuo producano modificazioni a livello del sistemo nervoso. Tali modificazioni possono prodursi nel senso di una eccitazione o di una depressione del suo funzionamento.
Quando si sia acquisita con oggettività la natura di tali rapporti tra stato patologico e funzionamento del sistemo nervoso si può legittimamente far ricorso allo scrittura, che ci può fornire indicazioni e conferma del tipo e dell'iter patologico in atto. 
[vedi allegato]
 

Per ricevere l'email degli aggiornamenti dei contenuti dell'autore.