La scrittura terapeutica… viaggio nell’autobiografia

La scrittura terapeutica… viaggio nell’autobiografia La scrittura terapeutica … viaggio nell’autobiografia
“Scrivere è la tana che mi porto sempre dietro. Quando mi immagino dentro una situazione o in un posto di disagio, o in preda a una crisi di panico, penso che però potrei sempre tirar fuori il mio quaderno di appunti e rintanarmi nell’altro mondo, e là starei bene”
(Milena Agus)
 L’autobiografia deriva la sua origine etimologica da authos-bios-graphein, che significa scrittura della propria vita. Nasce come genere letterario, una pratica di scrittura dalle origini antiche che possiamo far risalire alla tradizione greco-romana, e al precetto delfico gnòthi seautòn, che significa «conosci te stesso». In anni più recenti il suo significato originario si trasforma, per diventare epistemelestai eauton «prendersi cura di se stesso, occuparsi di sé» attraverso un percorso che porta verso la propria interiorità e la propria storia, dando forma a una vera e propria “cultura di sé” fatta di introspezione, scrittura diaristica, intime corrispondenze, esercizi spirituali, monologhi interiori.
 
“Affinché il pensiero divenga distinto, è necessario che si sparpagli in parole; non ci accorgiamo bene di ciò che abbiamo nello spirito finché non prendiamo un foglio di carta e allineiamo uno accanto all’altro i termini che prima si compenetravano”.
(Henri Bergson)
L’attività dello scrivere permette l’espressione più vera dell’interiorità, che irrompendo sul foglio bianco, dà forma e sostanza ai ricordi e ai pensieri fatti di vissuti ed emozioni. È proprio attraverso la scrittura di sé, infatti, che i vissuti più intimi e talvolta inconsci trovano una possibilità, libera e liberatoria, per dirsi, lasciando che la persona sperimenti il piacere di parlarsi e ascoltarsi, di riallacciare i rapporti con il proprio sé, di attivare un processo verso una sempre maggiore consapevolezza di sé.
 
Continua la lettura […]

Iris Basilicata Associazione di Volontariato organizza :
Corso dedicato all’autobiografia e alla scrittura terapeutica  voluto fortemente dalla ns. Associazione di Volontariato, impegnata da tempo nella diffusione della cultura della “prevenzione a Misura di Donna” nell’ambito del Women’s Fiction Festival.

Categorie correlate