L'importanza della direzionalità nella grafia

Autore: Anna Zaccaria

L'importanza della direzionalità nella grafia La grafia è un processo cognitivo estremamente complesso, al quale partecipano parecchi meccanismi cerebrali, varie zone corticali di entrambi gli emisferi intervengono nella realizzazione dell’atto grafico; l’emisfero sinistro rispetto all’elaborazione verbale, mentre l’emisfero destro per l’organizzazione spaziale.

Imparare a scrivere è una delle attività più complesse e faticose che i bambini sostengono verso i 6 anni. La scrittura, non è il risultato esclusivo della mano ma è la somma di varie abilità necessarie affinché questa attività si realizzi: capacità motoria, capacità linguistica, capacità di elaborare stimoli sensoriali e spaziali, memoria sia a breve che lungo termine, attenzione, motivazione, coordinazione visuo-motoria, consapevolezza del movimento della mano e della localizzazione delle dita nello spazio, capacità di astrazione e concettualizzazione.

L’uso dello strumento grafico per vergare le lettere è una tra le abilità più complesse che la nostra mano deve acquisire, oltre il controllo della postura, la prensione dello strumento, il supporto della mano non scrivente per bloccare il foglio su cui si scrive, la coordinazione di movimenti della mano, del polso, del gomito e della spalla, la coordinazione occhio - mano, la motricità fine, il controllo della pressione, della velocità e della direzione.

Tutto questo ci porta alla conclusione che dobbiamo ridare la giusta importanza alla scrittura manuale in corsivo, ridare ai bambini l’insegnamento adeguato partendo dalla direzionalità delle lettere, da dove si inizia a vergare una lettera e dove gira, queste sono indicazioni fondamentali per un’acquisizione del gesto grafico corretto e funzionale, che porta il bambino a scrivere da sinistra a destra senza interrompere il gesto grafico, ma dando una continuità alla sua grafia, continuità che darà una consequenzialità e capacità di collegamenti mentali.

Scopri di più sul video corso della dott.ssa Anna Zaccaria.  Il corso potrai sempre rivederlo.


 


Categorie correlate