Il riccio della mitomania

Autore: Barbara Taglioni

Il riccio della mitomania I tratti aggiunti alla struttura portante delle lettere rappresentano un importante spiraglio sul mondo della personalità del soggetto scrivente. Ogni individuo presenta atteggiamenti del tutto caratteristici e peculiari, manifestazioni inconsce e per questo genuine che si ricollegano strettamente alla specifica essenza personale.
 
Questi atteggiamenti peculiari sono individuabili nel "gesto fuggitivo", così detto per la sua mobilità e immediatezza di apparizione/sparizione: si tratta di un movimento espressivo passeggero, sfuggevole ma ben visibile. Tale gesto, dal punto di vista grafologico, si concretizza nelle parti del grafismo detti "ricci", vale a dire nei tratti aggiunti alla struttura portante delle lettere. Tali gesti valgono a completare la scrittura per migliorarne la leggibilità, per abbellirla, ma in certi casi per complicarla.
 
La grafologia morettiana distingue ben otto tipi di "ricci", noi vorremmo parlare qui del "riccio della mitomania".
 
 

Categorie correlate