Come si diventa grafologo?

Autore: Roberta Cupiccia

Come si diventa grafologo? Scopo di questo articolo é dare una visione molto generale su ciò che é la grafologia e che cosa può vuole dire diventare un professionista in questo ambito. Ambito di azione che vede il grafologo impegnato nella individuazione di potenzialità, criticità, problematiche in essere o passate e nella formulazione di ipotesi con il solo studio della scrittura della persona in esame o del reperto da esaminare.
 
Partiamo dal fatto che la grafologia non viene considerata una scienza e, come anche la psicologia, non rientra nell'Olimpo di quelle ritenute "esatte". I motivi rappresentano uno spazio di indagine molto complesso che riguarda la definizione stessa di “scienza”, l’interazione tra osservatore ed oggetto osservato, interferenza tra i due, il metodo ed altro che non possono essere affrontati in questa sede.
 
Possiamo però dire che negli studi grafologici si presentano costantemente delle caratteristiche, dedotte dall'attenta interpretazione dei segni grafici, che legano la scrittura a possibili strutture di personalità. Ci si muove in un ambito di “frontiera” che necessita,ancora di studi, ricerche e comparazioni affinché la Grafologia possa assumere una dignità già intravista o attribuitale, in forme più o meno dichiarate, da molti personaggi illustri (Ania Teillard, Ludwig KlagesRudolf Pophal,...). Senza aderire a posizioni, a volte contrapposte, per cui da una parte la grafologia é scienza perché utilizza un simbolismo universale riferito agli archetipi junghiani, altre per le quali la grafologia é assimilabile all'astrologia più banale o alla cartomanzia predittiva, è interessante osservare che sempre più le neuroscienze ricercano una correlazione tra scrittura e stati emotivi, tra scrittura ed emozioni...

Altri importanti studi su pazienti che presentano patologie neuropsichiatriche severe fanno emergere correlazioni tra il tipo di patologia e la forma della scrittura. Anche in altri ambiti la grafologia fornisce interessanti chiavi interpretative come, per es., le osservazioni circa la massificazione stilistica della scrittura nei giovani adolescenti.

Lo psicologo e grafologo svizzero M. Pulver, in Le simboloysme de l’ecriture, sostiene che “la forma del linguaggio grafico non dipende in primo luogo dalla mano, ma da quelle parti corticali del cervello da cui partono gli impulsi motori che governano il movimento della penna”.

Attualmente, più che scienza viene definita tecnica, disciplina, strumento. Il focus risiede nel fatto che attraverso l’osservazione dell’elaborazione grafica del soggetto si studia la personalità e il comportamento. Citiamo La Graphologie* “Il passaggio dall’osservazione all’interpretazione avviene attraverso ragionamenti analogici: non interpretando il gesto in maniera diretta e semplificatrice, ma cogliendolo nella sua totalità.* che bene esprime il concetto.
*V. de Villeneuve, S. Lascar, La Graphologie, InterEditions, Dunod, 2002, pp 9-10
 
Qual è il significato della parola grafologia?
Il termine Grafologia (dal greco graphein che significa scrivere e logos, cioè discorso, scienza) è stato coniato attorno al 1870 in Francia dall’abate Jean Hippolyte Michon.
 
Chi è il grafologo e di cosa si occupa?
Il grafologo è innanzitutto un professionista che può applicare le sue competenze in vari ambiti che vanno dall’educazione del gesto grafico a quello giudiziario in qualità di perito. Le sue ipotesi vertono su di una analisi grafologica del soggetto al fine di ottenere tratti di personalità ed eventuali criticità psico-intellettive. Il perito giudiziario si occupa, fra le altre cose, di svolgere consulenze e perizie su manoscritti, firme ed altro al fine di determinarne la paternità.
Essere un bravo grafologo implica il possesso di ampie competenze culturali specifiche m anche una  sana strutturazione da un punto di vista umano, psicologico e pedagogico, in quanto la sua azione si muove nell’ambito della relazione di aiuto e delle risorse umane.
 
Come si diventa grafologo? - Valore del titolo rilasciato
Per diventare grafologo ci sono vari percorsi e non sempre professionalizzanti.
Quelli più seri vengono svolte in Scuole di formazione accreditate da Associazioni di categoria con corsi almeno triennali che contemplano anche la contemporaneità di ulteriori step formativi con la frequenza a seminari di approfondimento ed esercitazioni.
Alla fine del percorso viene rilasciato un attestato di frequenza. Tale attestato assume diversa attendibilità e spendibilità se l’ente erogatore è certificato o meno da associazioni di categoria, è accreditato alla Regione, etc.
L’attività di grafologo può essere svolta ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4 inerente alle Disposizioni in materia di professioni non organizzate. (GU n.22 del 26-1-2013) che non obbliga il professionista ad aderire alle associazioni di categoria, seppure tale adesione costituisca uno spazio di garanzia per l’utente e di crescita per il professionista.
Dopo il triennio formativo si possono intraprendere ulteriori specializzazioni: educatore del gesto grafico (recupero disgrafia o prevenzione disgrafia), perizia (falsificazione di firma, perizie, ecc), gestione risorse umane, orientamento professionale e scolastico, consulenza familiare, e comincia a delinearsi anche in ambito criminologico.
Negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede la figura del Grafobiometrista (si occupa della particolare forma di Firma Elettronica Avanzata) sempre più in uso nei giorni nostri.
 
Per ultimo, ma non da ultimo una riflessione di P. Fermino Giacometti (Presidente dell’ Istituto Grafologico Internazionale Girolamo Moretti di Urbino)
Quando le persone scrivono, di fatto descrivono sé stesse.
La nostra scrittura ci dice qualcosa di noi dal punto di vista interno ma anche da come ci poniamo di fronte al mondo.
Nessuno dei campi in cui la personalità umana può esprimersi è precluso all'osservazione della grafologia la quale, pur essendo test unitario, non opera in maniera unitaria, ma diversifica le prestazioni in armonia con i settori applicativi.

La Grafologia: il mezzo con cui ci leggiamo mentre scriviamo la nostra storia!
  ______________________________
 
INFO UTILI
a. Nelle varie sezioni del portale puoi trovare le scuole più vicino alla tua residenza, mentre se hai bisogno di una consulenza/perizia cerca tra i professionisti.
b. Vuoi ricevere le notizie che periodicamente inviamo tramite la nostra newsletter: iscriviti!
c. Vuoi approfondire il tema della grafologia? Vedi i nostri video corsi anche gratuiti su https://puntopiu.jiolli.it/negozio/
 

Categorie correlate