Charlie Chaplin visto tra le righe della sua scrittura

Autore: Barbara Taglioni

Charlie Chaplin visto tra le righe della sua scrittura L'uomo del sorriso e delle lacrime visto tra le righe della sua scrittura
 
Un modo per sintetizzare la personalità di questo immenso e indimenticabile attore, regista, sceneggiatore, comico compositore e produttore potrebbe essere "un giorno senza sorriso è un giorno perso".
 
La sua sarà un'infanzia difficile. I genitori si separeranno, suo padre si dedicherà all'alcool e la madre svilupperà una malattia mentale che la costringerà ad un penoso susseguirsi di ricoveri ospedalieri.
 
In mezzo a tutto ciò Charlie coltiva il forte sentimento di una necessità di miglioramento, un'ambizione per una vita più dignitosa. La sua innata intelligenza e la sua capacità di saper cogliere aspetti del reale oscuri ad altri saranno fondamentali.
 
[…]
 
La grafia

L'energia, l'entusiasmo, il desiderio di fare e di andare verso l'altro in una sorta di sfida e di eterna ricerca di felicità e di approvazione sono corrispondenze caratteriali che emergono da questa grafia dal movimento barrato, inclinata, ascendente, semi-angolosa, legata e rapida. Ricercando campioni della sua scrittura, abbiamo ritrovato spesso la compresenza di disegni che accompagnano le dediche, gli autografi, gli appunti, i biglietti augurali, tanto da poterla definire una grafia disegnata che conferma la presenza di uno spirito artistico e creativo sempre incline all'autoironia.

Categorie correlate