Benigni, la grafia di un piccolo diavolo ...

Autore: Barbara Taglioni

Benigni, la grafia di un piccolo diavolo ... Benigni, la grafia di un piccolo diavolo che recita i dieci comandamenti


Nato 62 anni fa in provincia di Arezzo, in un paese chiamato Misericordia, da una famiglia di contadini, mostra sin da piccolo il suo carattere allegro ed espansivo che lo porterà a seguire la strada dello spettacolo.

Senza dimenticare mai le sue origini delinea il suo stile che contiene una sorta di ambivalenza tra la sua smisurata esuberanza gestuale unita ad un irriverente eloquio, e il suo candore fanciullesco venato a volte di malinconia. Negli anni Benigni si è rivelato un personaggio scomodo e ribelle, imprevedibile e provocatore, ma questo suo modo di esprimersi e di recitare  è anche il segreto del suo successo.
 

La sua grafia - tra dinamismo e effervescenza
 
Il campione esaminato è composto da poche parole e quindi non sufficiente per un esame approfondito, è bastevole però per mostrare il movimento del gesto grafico. La scrittura di Benigni si muove sul rigo con dinamismo ed effervescenza.


 

Categorie correlate