Analisi della grafia di Andrea Camilleri

Autore: Barbara Taglioni

Analisi della grafia di Andrea Camilleri […]
 
Lo scrittore siciliano diventa famoso nel mondo per i suoi gialli e per il suo celebre Commissario Montalbano.
 
[…]
 
La grafia
 
Quando in grafologia si pensa alla scrittura di donne e uomini che nella loro esistenza si dedicano a professioni che ruotano intorno al "pensiero", all'interiorità, alla riflessione, alla dialettica interiore, ci si aspetta un gesto grafico vibrante e contenuto, discontinuo e disuguale in direzione e dimensione, con un tratto disomogeneo dove il bianco irrompe nella trama dell'inchiostro.

Non è il caso della grafia di Andrea Camilleri. Il campione a disposizione è scarso, ma ci permette di osservare un approccio al foglio sicuro e pieno di entusiasmo, di un carattere che tende più a espandere che a approfondire. La misura è grande, la forma è chiara, legata e ascendente nel movimento, con ghirlande inanellate e una zona media ben strutturata.Gli ovali sono gonfi, chiusi con lacci e la firma è quasi senza soluzione di continuità.
 

Categorie correlate