Progettare il progetto



Progettare il progetto Il progetto non è una elencazione di fasi esecutive, ma un'azione dimensionalmente aperta a nuove opportunità. (M.B.)

Di quali progetti parliamo?
Parliamo di progetti "grandi" e "piccoli": di quelli che necessitano di molte risorse (sia economiche che umane), sia quelli "banali" (organizzazione di una conferenza, un seminario, un incontro con dei genitori in una scuola,...).
Il progetto (etimologicamente "gettare avanti") implica un’idea di futuro che si costruisce sin da oggi, che rimanda ad un’azione si generativa, ma soprattutto creativa. Non solo seme gettato per innescare la vita, ma utero che la sappia accogliere e portare verso una dimensione autonoma.
Dovrebbero avere questa caratteristica i progetti, in particolare quelli che si muovono in ambito sociale e destinati ad un miglioramento della qualità di vita delle persone.
Spesso ci si impatta con progetti coniati in risposta ad un bando o ad un possibile finanziamento che altro non sono che una magra elencazione di azioni, rivolte ad un ristretto e specifico target, che durano lo spazio del finanziamento stesso e sono prive di una prospettiva di vita propria. Anche l'organizzazione di un piccolo evento può "avere un cuore" o essere solo un'occasione perduta, soprattutto per il conduttore.
Allora, ci possiamo domandare:
- E' possibile percorrere altre strade?
- Si possono rendere i progetti strumenti di reale cambiamento sociale e spazio in cui esprimere la propria creatività?
- Possono essere anche fonte di reddito?

Perché iscriversi?
Perché il seminario fornirà un metodo per approcciarsi alla formulazione di un progetto o di un evento; presenterà osservazioni e notizie operative subito fruibili ed indurrà una riflessione sulle motivazioni dell'adesione ad un progetto specifico o all'attivazione di una specifica iniziativa.
Di fatto, motivazioni non ben definite determinano, soprattutto nei gruppi di lavoro, il precoce abbandono dei partecipanti mentre, se il progetto si concretizza in un evento specifico, pare sempre che manchi qualcosa...
Il seminario, alla cui partecipazione sono ammessi professionisti di eterogenea formazione, permetterà anche un confronto che, per le rispettive diverse competenze ed esperienze, può costituire una preziosa integrazione e possibile occasione di incontro per un lavoro comune.
In particolare sarà svolta una simulata step by step di come attivare un ipotetico seminario partendo dall'idea iniziale fino allo svolgimento in aula e all'utilizzo dei risultati ottenuti per l'attivazione di altri eventi.
 
Destinatari: tutti coloro che promuovono. eventi negli spazi socio-psico-pedagogici (psicologi, grafologi, coach, pedagogisti, counselor e mediatori familiari). Particolarmente utile a gruppi di lavoro e staff di associazioni.
 
TEMI TRATTATI
- Considerazioni generali (Analisi delle risorse economiche e temporali disponibili)
Metodologia di base (Influenza reciproca delle fasi progettuali)
- Soggetto proponente e soggetto committente (Definizione e caratteristiche)
- Soggetti proponenti con interventi differenziati (La gestione della rete dei partner)
- Finalità (Le motivazioni che spingono verso la realizzazione del progetto)
- Contesto di riferimento (Modalità conoscitive della tematica che sottende al progetto)
- Obiettivi (La concretizzazione reale delle finalità)
- Destinatari primari (I soggetti direttamente interessati dal progetto)
- Destinatari secondari (I soggetti presenti nello spazio correlato)
- Marketing primario (I processi informativi a favore dei destinatari primari)
- Marketing periferico (La pubblicizzazione del progetto nel contesto sociale prescelto)
- Valutazioni economiche (Analisi dei costi, delle previste entrate e dei possibili finanziamenti)
- Verifica in tempo reale (Monitoraggio e valutazione step by step delle azioni intraprese)
- Introduzione dei correttivi (Azioni integranti ed azioni suppletive)
- Valutazione finale (Rispondenza dei risultati agli obiettivi prefissati)
- Futuro del progetto realizzato (Ipotesi di azioni progettuali conseguenti e/o correlate)
- Supervisione (Azione supportiva a carattere non invasivo)
- Strumenti (Diagramma di Gantt, flow chart, software di condivisione,...)
- Esempi di progetti già attivati o in fase di attivazione. (Analisi delle potenzialità e delle criticità)
 
Metodologia e supporti didattici:
- Lezione frontale interattiva con i partecipanti.
Webinar inerente al Marketing in rete che si svolgerà giovedì 13 febbraio 2020 alle ore 15.00 (per chi fosse impossibilitato a partecipare sarà messa a disposizione la registrazione).
- Il necessario approccio teorico sarà ampiamente affiancato dall’analisi di casi reali e delle soluzioni e strategie ad essi riferite.
- Sarà indicato materiale didattico cartaceo e digitale.
 
Nota: il giorno precedente, nella stessa sede, si svolge il seminario “Costruire la professione” che costituisce un’interessante premessa alla presente proposta. (VEDI)
 
Numero totale di ore di formazione: 8
 
Numero minimo di partecipanti: 10 partecipanti.
 
Costo: Il costo del seminario (IVA compresa) è di 90,00 €.
 
Possono usufruire dei seguenti costi ridotti comprensivi di IVA:
- Professionisti con profilo su Psyeventi o Grafologia: 80,00 €
- Aderenti al CSTG o istituti Partner P+: 65,00 €
- Studenti universitari e/o delle scuole di formazione: 65,00 €

Docente: dr. Maurizio Bottino (psicologo, formatore e supervisore di gruppi di lavoro - Ideatore dei portali  www.psyeventi.itwww.puntografologia.it
I contenuti inerenti al Marketing in rete saranno svolti dalla dr.ssa Roberta Cupiccia (Pedagogista, Grafologa, Social Media Marketing) nel  previsto webinar.

ISCRIZIONE: compila il seguente MODULO ISCRIZIONE 
 
Sarà rilasciato attestato di partecipazione.
 
ALTRE INFO: vedi recapiti in calce
 

ORGANIZZAZIONE DELL'EVENTO - INFO - PRENOTAZIONI

Luoghi

  • Via Alvise Cadamosto, 6 - 20129 Milano
    06.868.97.790 338.13.934.23

    CSTG - Centro Studi di Terapia della Gestalt

  • - Via Montecassiano, 90 - 00156 Roma
    06.868.97.790 338.13.934.23 06.823.191

Categorie correlate