In intellectu et in sensu

27/04/2017 dalle 15:00 alle 18:30 15/04/2017

In intellectu et in sensu Incontro di studio promosso dal Laboratorio di Pedagogia sperimentale

Un primo esperimento denominato Nulla dies sine linea si è svolto fra il 2014 e il 2016, con l’intento di stabilire se la scrittura manuale incrementi negli allievi della scuola elementare la capacità di produrre un testo. Ora sappiamo che alla pratica costante della scrittura manuale corrisponde l’acquisizione di una migliore padronanza linguistica.

Si è quindi deciso di proseguire gli esperimenti, elaborando un progetto articolato in tre ricerche: la prima ripropone Nulla dies sine linea, oltre che nella scuola elementare, nella scuola media; la seconda (Verba sequentur) si propone di far emergere la relazione che collega la scrittura all’esperienza; infine In interiori puero esplora le opportunità di accrescere l’autonomia degli allievi tramite proposte di fruizione museale.

16.00 – 17.30 Interventi Benedetto Vertecchi, Pensare, scrivere: implicazioni educative.
- Cinzia Angelini, Nulla dies sine linea.
- Antonella Poce, Verba sequentur.
- Emma Nardi, In interiori puero.
- Francesco Agrusti - Nader Harb, I segni del pensiero: ieri e oggi.
- Benedetto Vertecchi, Un impegno che continua.

17.30 – 18.30 - Tavola rotonda: I molti aspetti della scrittura manuale: cooperazione e specificità.
Partecipano:
- Fermino Giacometti (Istituto Grafologico Internazionale “Girolamo Moretti”, Urbino),
- Tiziana Maffei (Icom Italia),
- Elena Manetti (Arigraf, Roma),
- Anna Ronchi (Associazione Calligrafica Italiana, Milano).

Per informazioni rivolgersi alla dott.ssa Sabrina Trasolini

In allegato la scheda Iscrizione.
 

Luoghi

  • Via Milazzo, 11/B - 00185 Roma

    Roma Tre Dipartimento di Scienze della Formazione - Aula Volpi

Categorie correlate