Hand Creative: Urban Art!

Autore: Roberta Cupiccia

Hand Creative: Urban Art! Questa settimana per la rubrica Hand Creative vi proponiamo il tema dell'URBAN ART:

A. Il murales dello street Art – Liqen (artista spagnolo), il cui stile sembra ispirato dal mondo dei comics.
Le sue passioni entomologiche e zoologiche influenzano le sue opere che raffigurano la natura e  le creature dal profondo della terra.Il suo pseudonimo, Liqen, lichene, è rubato ad un organismo simbionte che nasce dall’unione tra un alga e un fungo, e riflette il suo interesse socio-biologico: un organismo dalle caratteristiche uniche che gli permettono di rinascere dopo essere rimasto latente per secoli. I murales di Liqen dimostrano la sua visione critica sul destino dell’uomo e sulla cecità dell’industrializzazione, sullo sfruttamento delle risorse e la sperimentazione priva di etica.
 Dal punto di vista grafologico osservando la sua firma/autografo (o tag del nome d’arte) ci conferma la visione della realtà critica, diretta e anticonvenzionale, carica della sua originalità e ci parla di acuta intelligenza.
Qui potete visualizzare il suo profilo Instagram

B. In queste immagini delle opere del duo spagnolo PichiAvo, famosi per la loro capacità di creare relazioni tra arte, architettura, scultura, lo spazio e il contesto sociale, adottando un approccio altamente attraente e performativo, possiamo osservare come hanno identificato la fusione tra arte classica e Urban Art. PichiAvo sono in fuga dall’egocentrismo dei graffiti, per identificarsi in un nuovo formalismo artistico della strada personalizzandolo con la loro visione.
Dal punto di vista grafologico osservando l’autografo/ firma (tag del nome d’arte) sulle loro opere possiamo dedurre (legata ascendente, grande, slanciata, ovalizzata, acuta, pendente) la spinta propulsiva a migliorarsi e trovare nuove idee per esprimere la loro creatività, consapevoli del loro estro e della capacità di mettersi in gioco.
Qui potete visualizzare il loro profilo Instagram

___________________________


Piccola nota esplicativa: 

Abitualmente i termini "murales" e "graffiti" vengono usati come sinonimi. In realtà hanno significato differente anche se appartengono ad una forma d'arte moderna molto simile.
La differenza sostanziale é che, spesso, i murales raffigurano figure allegoriche mentre i graffiti sono caratterizzati, perlopiù, da lettere, font, caratteri, sigle e scritte.
Ciò che accumuna queste espressioni d’arte è il dialogo che l’arte urbana vuole instaurare con il passante: per questo è fondamentale che l'autore abbia un messaggio da proporre.

Riprendendo l'analisi delle differenze si evidenzia che il murales (dalla spagnolo mural: dipinto realizzato su una parete, un soffitto o altra superficie permanente in muratura) nasce dai movimenti di protesta del popolo contro il potere dittatoriale e, come libera espressione creativa, tratta raffigurazioni allegoriche ispirate a motivi e ideali politici.

Diversamente i graffiti sono dei disegni composti sostanzialmente da parole e brevi frasi; solo successivamente hanno iniziato a comporsi con disegni di persone e cose. Il termine graffito fa riferimento  alla tecnica utilizzata per la sua realizzazione (si ‘graffia’ la parete o la pietra con uno strumento appuntito). Il graffitismo si basa esclusivamente sull’espressione della propria creatività grazie a interventi pittorici realizzati sul tessuto urbano come muri, saracinesche e spazi appositi. I graffiti vedono come base la raffigurazione e lo studio di lettere che poi si sviluppano ingrandendosi e presentandosi in diversificate realizzazioni prospettiche.
Il graffitismo urbano si sviluppa a New York, sul finire degli anni Settanta, per divulgarsi in street art negli anni Ottanta quando alcuni ragazzi (poi divenuti migliaia), decisero di scrivere il loro nome d’arte (tag) sui muri delle strade cittadine.
Ogni "graffitaro", qualsiasi sia la sua inclinazione e provenienza socio-politica, ricerca e sperimenta uno stile proprio che lo distingua dagli altri e lo renda maggiormente riconoscibile.
 

Per ricevere l'email degli aggiornamenti dei contenuti dell'autore.