FORINST

FORINST Forinst s.r.l.s. offre consulenze anti contraffazione e mette a disposizione apparati tecnici specialistici per chi si occupa di falsi documentali in ambito forense.

Forinst consiglia la strumentazione più adatta da impiegare per l’analisi dei documentii in verifica, al fine di fornire un supporto per gli specialisti del settore peritale: grafologi giudiziari, investigatori, procuratori legali, gabinetti scientifici, ecc. 

Forinst, in qualità di servizio tecnico ausiliario, analizza scritture contestate utilizzando utilizzando le seguenti tecniche: 

• profilometria laser 3D eseguita in Olografia Conoscopica, per oggettivare la sequenza temporale di due tratti che si intersecano tra loro (abuso di una firma su un foglio “in bianco”, ecc);
• Reverse Engineering, per eseguire una ricostruzione fisica su materiale plastico di una parte importante di un documento;
• videocomparazione, per visualizzare anomalie di inchiostri o manipolazioni su documenti;
• spettrofotometria, per verificare possibili aggiunte, correzioni, ecc di testo, eseguite mediante differenti inchiostri;
•l ’image processing, che si basa sull’analisi della morfologia bidimensionale della scrittura.
 
Tutte le metodiche utilizzate dalla Forinst sono “non a contatto”, quindi assolutamente non invasive, nè distruttive, “ai fini della conservazione dell’integrità del documento” e per questo ripetibili all’infinito.
 
Forinst, grazie alla propria strumentazione è in grado di verificare:

• L’ordine cronologico di apposizione tra due firme sovrapposte fra loro, oppure di sottoscrizioni con manoscritture e/o caratteri in stampa nei punti di intersezione tra due grafismi; 
• Se l’importo di un assegno è stato modificato; 
• Se un testamento è stato alterato;
• Se una firma è stata posta prima o dopo un timbro, prima o dopo un documento fotocopiato;
• L’ordine temporale di apposizione tra grafismi manoscritti su un documento rispetto a quelli presenti sul lato opposto dello stesso;
• Se un documento (passaporto, carta d’identità), è stato manipolato; 
• Se un tratto è stato cancellato, sovrapponendone uno successivo, per modificare il contenuto del testo;
• Se una correzione o aggiunta di testo è stata effettuata con lo stesso inchiostro e dalla stessa mano;
• La datazione di uno scritto; 
• Se una firma è stata trasferita su un documento utilizzando un mezzo meccanico (plotter, pantografo, ecc...); 
• Se un testo è stato scritto tramite stampante laser, a inchiostro o se si tratta di una fotocopia;
• L’autografia di una firma in base allo stile di scrittura del firmatario, grazie a un test comparativo (tridimensionale) della modulazione pressoria tra la firma in accertamento e analoghe firme dello stesso soggetto.



  • Via Raffaello Lambruschini, 10 - 10143 Torino
    333.59.815.95

Per ricevere l'email degli aggiornamenti dei contenuti dell'autore.